Viaggio a Monza e Milano – Giugno 2017


Monza e Milano 2 – 3 giugno 2017: programma di viaggio

2 giugno

partenza ore 8.00 davanti all’Hotel Cristallo – arrivo a Monza ore 11/11.30 circa

12.30 Visita guidata Cappella Teodolinda + Corona Ferrea
16.00 Visita Villa Reale – Appartamenti reali – Belvedere e mostra Monet  con guida
Cena in ristorante al centro “Osteria del Cavolo”
Pernottamento Hotel Royal Falcone 4*

Photo by cvalette

Photo by cvalette

3 giugno

ore 9.30 : partenza per Milano
ore 11.00: visita Castello Sforzesco – Pietà Rondanini di Michelangelo
con possibilità di visita alla Pinacoteca
ore 16,00 : visita guidata mostra Kandinsky – MUDEC

Al termine della visita partenza per rientro a Rovigo

Quota individuale di partecipazione comprensiva di:

  • viaggio in pullman
  • sistemazione a Monza in hotel Royal Falcone 4*(con prima colazione gran buffet)
  • cena presso “ Osteria del Cavolo “ centro a Monza
  • Ingressi e visite guidate come sopra descritto. 
  • Non sono inclusi i pranzi.

Sistemazione camera doppia € 240 a persona
Sistemazione stanza singola € 260

Prenotazione e versamento della quota entro giovedì 11 maggio p.v.
IBAN: IT39F0335901600100000133393

La Dante nel Salento


VIAGGIO 19-23 APRILE 2017
LECCE E IL SALENTO

LECCE

Adagiata su una pianura ai piedi dell’altopiano del Salento si trova Lecce – detta la “Firenze del sud” – una delle città più interessanti della regione per la sua fisionomia architettonica, tipicamente seicentesca.
Di origini molto antiche, la città conobbe due momenti particolarmente floridi: quello dell’epoca romana e quello del Regno di Napoli. Proprio in questo periodo ci fu un grande sviluppo nella costruzione di edifici, monumenti e palazzi signorili caratterizzati da una fastosa e ricca scenografia ornamentale e architettonica che si meritò la definizione di “barocco leccese”. Il fantasioso e minuzioso lavoro di scultura fu agevolato dall’uso della pietra locale, duttile e facile da intarsiare.

SANTA MARIA DI LEUCA

Santa Maria di Leuca ha una precisa origine del proprio nome. “Leuca” venne attribuito dagli antichi marinai greci che provenivano dall’oriente, perché vedevano questo posto illuminato dal sole e perciò leukos, che significa bianco. Il resto del nome trae origine secondo la tradizione dallo sbarco di S. Pietro dalla Palestina: da numerose testimonianze è emerso che proprio qui abbia incominciato il suo processo di evangelizzazione, cambiando anche il nome della cittadina e dedicandola alla Vergine. Il nome con cui spesso viene anche associata, “De finibus terrae”, nasce invece dai Romani.

OTRANTO

Il castello di Otranto è la fortezza dell’omonima città sita in Puglia, in provincia di Lecce. Il castello, che diede il nome al primo romanzo gotico della storia, è in stretta relazione con la cinta muraria della cittadina con cui forma un unico apparato difensivo. Importante testa di ponte verso l’Oriente, la città di Otranto è stata munita fin dall’antichità di sistemi di difesa ed opere fortificate, aggiornate nel corso dei secoli dalle dominazioni che vi si sono avvicendate.

GALLIPOLI

Candidata a ricevere il riconoscimento dell’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità, Gallipoli, nota anche come la Perla dello Ionio dal nome del meraviglioso mare su cui protende, si sviluppa in due parti, il borgo, più moderno, e il centro storico, delizioso e ricco di arte e cultura.

Il Programma

19 aprile

Incontro stazione di Rovigo alle ore 7.30. Partenza in Freccia Bianca alle ore 7.46 arrivo in stazione a Lecce e trasferimento in Hotel a Lecce. Primo contatto con la città.
Cena con benvenuto del Comitato direttivo. Pernottamento.

20 aprile

Prima colazione . Visita guidata di Lecce con i suoi incredibili scorci, tra architetture in pietra e suggestioni di luce. Complesso di piazza Duomo, con Cattedrale (interno),Episcopio e Palazzo del Seminario; complesso architettonico della basilica di S. Croce (interno); piazza Sant’Oronzo con il Sedile.

Pranzo in Ristorante in centro.

Nel pomeriggio prosegue la visita guidata con momento degustazione

ore 18,30 Lectura Dantis ‘ La donna nella divina commedia’

Cena in ristorante al centro. Pernottamento

21 aprile

Prima colazione – Visita guidata di Galatina: l’incredibile policromia degli affreschi della Basilica di S. Caterina d’Alessandria, unica testimonianza di architettura tardogotica della regione. Inoltre, visita della casa-museo del tarantismo, indispensabile per capire ed interpretare il complesso ed affascinante fenomeno delle “pizzicate” + La Grecìa salentina.

Pranzo in masseria Le Stanzie

Pomeriggio OTRANTO
con l’antica Cattedrale normanna, resa unica dallo stupefacente pavimento musivodel XII secolo, il castello aragonese (esterno), la chiesetta bizantina di S. Pietro, importantissima testimonianza di architettura greco bizantina della regione

Trasferimento a Leuca in Hotel Cena – Concerto di tarantelle, “pizziche”, stornelli e canti popolari salentini – Pernottamento.

22 aprile

Prima colazione. Visita guidata di Santa Maria di Leuca, situata sulla punta estrema della penisola salentina: le dimore gentilizie dove le famiglie aristocratiche salentine erano solite trascorrere le loro vacanze (esterno), la torre dell’Omo morto (esterno), la chiesa di Cristo Re in carparo, la Basilica pontificia minore di S. Maria de Finibus Terrae e il suo complesso monumentale – Shopping in un laboratorio artigianale di terrecotte o in una tessitoria

GIRO IN BARCA – facoltativo costo € 15.00

Rientro in albergo, pranzo. Pomeriggio Gallipoli, visita guidata della città.
Cena in Hotel a Leuca – Piano bar – Pernottamento

23 aprile

Prima colazione. Trasferimento a Lecce, partenza per Rovigo in Freccia Bianca alle ore 13,03.


Quota individuale di partecipazione

Sistemazione camera doppia € 600,00 a persona tutto compreso
Sistemazione stanza singola supplemento € 80 per n. 4 notti .

Lecce Hotel Eos ( tre stelle )
Santa Maria di Leuca – Hotel Terminal ( tre stelle )

Facoltativo: Giro in barca Leuca € 15 a persona

La proposta è estesa anche agli amici.

Illegio: una gemma di cultura incastonata tra le Alpi


“OLTRE”

“In viaggio con cercatori, fuggitivi, pellegrini”: una mostra che mira ad affrontare il tema del trasferimento, del passaggio, delle migrazioni attraverso quarantacinque dipinti realizzati dal Quattrocento al Novecento da grandi artisti. Un percorso suggestivo e raffinato per la rarità delle iconografie e per la profondità e attualità dei temi.

Del viaggio dell’anima si scrive dalla notte dei tempi. Le pagine antiche hanno sospinto oltre ogni confine fuggiaschi, eroi, innamorati, santi, monaci. E alle pagine dedicate a Enea, Ulisse, Orfeo, Dante, si sono aggiunte nei secoli le sublimi immagini create dai pittori.

L’intento degli organizzatori è quello di far percepire attraverso l’arte che cosa accade dentro l’uomo in viaggio, in quanto è tale caleidoscopio di sensazioni, emozioni, sentimenti, pensieri, spinte emotive, che rappresentano la chiave di lettura della cultura occidentale antica e cristiana, da avere ispirato i più grandi artisti in tutte le epoche.

Illustrati e percepibili, attraverso ‘La Sacra famiglia in fuga su una barca’, del 1652, del pittore fiammingo Jacob Jordaens, ‘Enea alla corte di Didone’, di Bernardino de’ Donati, ‘L’Adorazione dei Magi’, del Botticelli, ‘San Nicola che salva i naviganti’, di Lorenzo Monaco, ‘Il malore del Pellegrino’, di Ferdinand Waldmuller e anche opere di Lorenzo Monaco, Botticelli, (“Adorazione dei Magi” proveniente dagli Uffizi, Guarino, Pinturicchio, Benvenuto Tisi detto il Garofolo (Cristo Portacroce).

PROGRAMMA

18 settembre 2016 

Ritrovo ore 7.15 e partenza ore 7.30 precise davanti Hotel Cristallo

Arrivo ad Illegio alle ore 11,00 circa e inizio visita guidata alle ore 11.30.

Ore 13.00 pranzo Albergo Ristorante Miramonti  (cucina tipica carnica)

Ore 14.30 partenza per Udine Ritrovo in Piazza Primo Maggio, passeggiata nel centro storico toccando il colle del Castello, Piazza della Libertà con la Loggia del Lionello, Via Mercatovecchio, Piazza S. Giacomo, Piazza XX Settembre e il Duomo (visita anche interna) con gli affreschi della Cappella del SS. Sacramento di GB Tiepolo. Non sono previsti ingressi a pagamento.

Al termine della visita rientro a Rovigo – Orario previsto ore 21,00 circa.

Costo € 65 tutto compreso.

Prenotazione e versamento dell’importo entro il 5 settembre 2016