Dante, l’Oriente e la Terra Santa


Con la grande tradizione classica greco-romana, anche le conoscenze scientifiche e le riflessioni filosofiche del mondo arabo, si sa, hanno concorso alla formazione della cultura medievale europea, caratterizzata in modo determinante dallo sviluppo del pensiero cristiano. 

Al di là di riferimenti particolari, relativi alla concezione geografico-astronomica o per esempio al fenomeno delle Crociate (vedi Cacciaguida), taluni studiosi hanno visto nella Divina Commedia prove o tracce evidenti dell’influenza di tradizioni e opere religiose islamiche: “prove” accolte con estrema cautela, con diffidenza e spesso con scetticismo, dalla più gran parte della critica dantesca. 

Tuttavia, indagini recenti (vedi Maria Corti) sulla leggenda del viaggio di Ulisse, il folle volo di Inferno XXVI, hanno riaperto in certo modo la questione, “affascinante capitolo di storia della cultura medievale” – ha scritto l’arabista F. Gabrieli -, oltre che “della biografia intellettuale e dell’arte di Dante”.

Di questo si occuperanno Don Andrea Valiero e il Prof. Antonio Lodo venerdì 26 novembre alle ore 21 presso la Chiesa di San Bartolomeo Apostolo a Rovigo durante l’incontro Dante, l’Oriente e la Terra Santa. Gli interventi saranno accompagnati dall’arpa di Irene Pengo.

Si consiglia di arrivare in anticipo per consentire i controlli anti-Covid.

Dai luoghi comuni alla realtà: conversazione su falsi miti e credenze sulle lingue e la linguistica


Le lingue in fiera – IV edizione

Talmente presenti nel nostro quotidiano, la lingua e il suo studio scientifico sono questioni raramente approfondite e spesso fraintese. Per questo, è facile scivolare in falsi miti o fossilizzarsi in credenze errate, magari derivate dal “sentito dire” e mai veramente esplorate con il giusto senso critico. Eppure, specie nell’ultimo anno, tra infodemia e fake news, abbiamo assistito alla presa di consapevolezza di quanto sia importante costruire un’opinione informata sui fatti e le cose che ci circondano. È a partire da questa occasione di riflessione che si terrà la IV edizione de “Le Lingue in Fiera”, un’iniziativa inserita nell’ambito delle manifestazioni del 539° Ottobre Rodigino. “Le Lingue in Fiera”, ideata e diretta da Matteo Santipolo (professore ordinario di Didattica delle lingue moderne presso l’Università di Padova), è organizzata dal Comitato di Rovigo della Società Dante Alighieri, con Mirella Rigobello come presidente, e dalla sezione di Rovigo dell’Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere (ANILS) presieduta da Benedetta Garofolin. L’iniziativa, sponsorizzata da Loescher, Intercultura, Trinity e Educo (sponsor ANILS) e da ASM Set (sponsor La Dante Rovigo), gode anche del patrocinio dell’Assessorato alla cultura del Comune di Rovigo, del Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova e dell’Accademia dei Concordi.

In occasione di questa quarta edizione, che si terrà sabato 16 ottobre 2021, dialogheranno Nicola Grandi, professore ordinario presso l’Università di Bologna, dove dirige il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica, e Michele Razzetti, linguista e giornalista divulgatore scientifico per Vanity Fair, Wired e GQ. Moderati da Matteo Santipolo, i due esperti tratteranno la questione dei diversi falsi miti che accompagnano la divulgazione scientifica in ambito linguistico. Dalle nozioni di “giusto/sbagliato”, “si dice/non si dice”, “suona bene/suona male”, il dialogo sarà un’occasione preziosa di confronto per avvicinarsi a questioni presenti nel nostro quotidiano, spesso fonte di fraintendimenti e fomentazione di credenze scientificamente non fondate.

L’incontro, gratuito e aperto a tutta la cittadinanza, si terrà sabato 16 ottobre 2021 dalle 17.00 alle 19.00 presso la Pescheria Nuova a Rovigo e sarà trasmetto in diretta sulla pagina Facebook La Dante Rovigo.

Per la partecipazione all’evento è richiesta tassativamente la presentazione del Green-Pass in corso di validità. Si consiglia di arrivare con anticipo per consentire la registrazione, la verifica del Green-Pass e l’applicazione delle norme di sicurezza dovute all’emergenza Covid-19.

Per informazioni contattare: ladante.rovigo@gmail.com

Il poeta è un’isola – incontro con Alessio Arena


Con grande piacere, martedì 12 ottobre 2021 ospitiamo un evento con Alessio Arena, giovane scrittore e poeta nonché Presidente onorario del nostro Gruppo Giovani, dal titolo “Il poeta è un’isola“.

L’incontro proposto consisterà in una conferenza sull’opera letteraria e il contributo culturale del poeta palermitano, autore di numerosi libri e detentore di tanti riconoscimenti. Parteciperanno, in presenza, Alessio Arena e, a distanza,  esperti di letteratura e arte da tutto il mondo (Italia, Argentina, India e Siria), che dialogheranno con il moderatore, Prof. Antonio Gardin.

Sarà proiettato per la prima volta il breve documentario “Alessio Arena”, diretto dal regista Antonio Macaluso e realizzato appositamente per questo incontro. Saranno, inoltre, letti brani tratti dalle sue opere.

L’incontro si terrà alle ore 17 presso la bellissima Sala degli Arazzi di Palazzo Roncale a Rovigo.


Per partecipare sarà obbligatorio esibire il green pass o l’esito negativo del tampone.

Premiazione del concorso “Leggere la commedia oggi”


Mercoledì 29 settembre 2021, alle ore 17.30, presso il Teatro Don Bosco Viale Marconi n. 5, si svolgerà la premiazione del Concorso “Leggere la Commedia oggi”, indetto dal nostro Comitato e sostenuto da Adriatic LNG per celebrare l’anno dantesco.  

La partecipazione era aperta a tutti gli studenti delle classi terze e quarte delle scuole secondarie di secondo grado di Rovigo e provincia. I concorrenti sono stati invitati a produrre un testo scritto in prosa della lunghezza massima di 10.000 caratteri che evidenziasse, in particolare, l’attualità della lettura della Divina Commedia nel mondo odierno.

Gli elaborati potevano trarre origine da un episodio, un personaggio o una situazione della Commedia con lo scopo di sottolineare il significato e la rilevanza che tale episodio, personaggio o situazione può avere ancora oggi.

Gli ingressi saranno regolamentati secondo le regole anti Covid in vigore. Sarà richiesta la presentazione del green pass ai maggiorenni, misurazione della febbre e igienizzazione delle mani.

 

Dante: dalla magia ai quanti


Il Comitato di Rovigo della Società Dante Alighieri ha aderito al progetto “Rovigo città che legge” in collaborazione con il Liceo Celio Roccati. L’incontro “Dalla lettura ai quanti” a cura del Prof. Antonio Lodo prevede letture degli studenti del liceo e si terrà sabato 4 settembre 2021 alle ore 20:30 nell’atrio di Palazzo Campo.

L’infinita fecondità dei versi della Commedia ha prodotto nel tempo le suggestioni e le indagini più varie, dalla popolaresca diceria sul Dante reduce visitatore dell’Inferno alla scoperta dell’ideatore di un universo dalle caratteristiche post-einsteniane: per esemplificare, dall’episodio delle donne di Verona citato da Boccaccio, alla fama di negromante, al giudizio di Mandelstam sulla necessità della teoria dei quanti per comprendere il poeta, alle recenti letture del cosmo dantesco immaginato come “ipersfera”.

Si propongono, con la lettura di alcuni passi significativi, esempi della sconfinata e perfino sorprendente proliferazione di idee che l’opera di Dante ha provocato, e continua a provocare, nei lettori di ieri e di oggi.

Per partecipare sarà necessario esibire il Green Pass.

Non abbiamo peccato abbastanza – 4° appuntamento


“Non abbiamo peccato abbastanza” è una serie di dialoghi sulla poesia e sul teatro curata e tenuta da Alessio Arena e Mariaelena Talin per la Società Dante Alighieri – Comitato di Rovigo.
Nel quarto e ultimo incontro dedicato alla poesia italiana, che si terrà lunedì 21 giugno alle ore 21, ci occuperemo di Trieste di Umberto Saba. Nel componimento, il poeta canta la propria città natale, Trieste, evidenziandone gli aspetti a lui più cari attraverso particolari strategie stilistiche e lessicali. La scontrosa grazia di questa città guiderà l’ultimo incontro estivo di questa rassegna, riportandoci, in modo circolare, al tema del rapporto con la terra natale che già è emerso nel primo degli incontri, concernente Ride la gazza di Quasimodo.

Potete seguire l’incontro sul nostro canale YouTube.

https://www.youtube.com/channel/UCO495veK7ORFOtRtudyySng


Umberto-Saba-Trieste

Rovigo e il Polesine di Sergio Garbato – Giornata della Dante 2021


La “Giornata della Dante”, abitualmente ricordata il 29 maggio, sarà da noi celebrata il 6 giugno p.v. alle ore 20.30 davanti alla Chiesa di San Bartolomeo a Rovigo, negli spazi appositamente creati con distanziamento, in collaborazione con i Parroci Don Andrea e Don Cristian.

Il tema proposto per questo anno speciale (700 anni dalla morte di Dante) sarà Rovigo e il Polesine di Sergio Garbato.

L’incontro intende ricordare l’opera e la figura di Sergio Garbato che, in modo straordinario, ha saputo descrivere e valorizzare il capoluogo e il territorio polesano in tutti i loro aspetti, rendendone testimonianza e senso profondo in testi svariatissimi con pagine sempre intelligenti, nutrite di grande cultura, di nitida eleganza e di amore per la propria terra.

Dopo la presentazione da parte del relatore Antonio Lodo, si propone la lettura di alcune pagine tratte dal libro di Sergio Garbato “Di Passaggio. Tracce di viaggiatori in Polesine da Dante a Herbert”, con illustrazioni di Gabbris Ferrari.

Le letture sono effettuate da attori della F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori) della Provincia di Rovigo, con interventi musicali da parte dei Tre Armonici Bruno, Franco e Gianni. 

Non abbiamo peccato abbastanza – 3° appuntamento


“Non abbiamo peccato abbastanza” è una serie di dialoghi sulla poesia e sul teatro curata e tenuta da Alessio Arena e Mariaelena Talin per la Società Dante Alighieri – Comitato di Rovigo.
Il terzo incontro si terrà lunedì 31 maggio alle ore 18 e sarà dedicato al teatro di Leonardo Sciascia. Ospite speciale: Fabrizio Catalano, regista, scrittore e nipote di Leonardo Sciascia.

Potete seguire l’incontro sul nostro canale YouTube.

https://www.youtube.com/channel/UCO495veK7ORFOtRtudyySng

Dante e il bestiario medievale – Prof. Giuseppe Ledda


Il prossimo incontro organizzato dal Comitato di Rovigo della Società Dante Alighieri è intitolato “Dante e il bestiario medievale” e si terrà venerdì 21 maggio 2021 alle ore 18.30 con il Prof. Giuseppe Ledda, docente di letteratura italiana all’Università di Bologna.

“Una tra le presenze più sorprendenti nel poema dantesco è quella degli animali. Si tratta di una presenza continua e variatissima, che si esprime soprattutto attraverso lo strumento della similitudine. Si va dalle tre similitudini ornitologiche usate in Inferno V per le anime dei lussuriosi (storni, gru e colombe) fino alle api cui sono paragonati gli angeli nell’Empireo (Paradiso XXXI), passando attraverso decine di altre occorrenze.”

L’incontro potrà essere seguito sul canale YouTube del Comitato https://www.youtube.com/channel/UCO495veK7ORFOtRtudyySng .


Giuseppe Ledda insegna Letteratura italiana all’Università di Bologna.

Il suo principale campo di ricerca sono gli studi danteschi e medievali, ma si è occupato anche di letteratura del Rinascimento e del Novecento.

È autore di numerosi saggi e articoli su volumi e riviste in Italia e all’estero, oltre che  

di alcuni libri di argomento dantesco: La guerra della lingua. Ineffabilità, retorica e narrativa nella «Commedia» di Dante, Ravenna, Longo, 2002; Dante, Bologna, Il Mulino, 2008; La Bibbia di Dante, Torino, Claudiana, 2015; Leggere la «Commedia», Bologna, Il Mulino, 2016; Il bestiario dell’aldilà. Gli animali nella «Commedia» di Dante, Ravenna, Longo, 2019.

Ha curato le sezioni sul Duecento e su Dante nella Letteratura italiana diretta da E. Raimondi, Dalle origini al Cinquecento, Milano, B. Mondadori, 2007, e i seguenti volumi danteschi editi dal Centro Dantesco di Ravenna: La poesia della natura nella «Divina Commedia» (2009); La Bibbia di Dante. Esperienza mistica, profezia e teologia biblica in Dante (2011); Preghiera e liturgia nella «Commedia» (2013); Le teologie di Dante (2015); Dante e la cultura religiosa medievale (2018); Poesia e profezia nell’opera di Dante (2019).

È condirettore della rivista «L’Alighieri» e membro del Comitato Direttivo della rivista «Studi Danteschi».

È membro del Consiglio Scientifico della Società Dantesca Italiana, del Comitato nazionale per le celebrazioni dantesche 2021 e dei comitati scientifici di centri di ricerca italiani e internazionali.

L’inglese: oltre i luoghi comuni, tra curiosità e amenità – Prof. Matteo Santipolo


Il prossimo evento intitolato “L’inglese: oltre i luoghi comuni, tra curiosità e amenità” si terrà mercoledì 5 maggio 2021 alle ore 18 con il Prof. Matteo Santipolo (Professore ordinario di Didattica delle Lingue Moderne, Università degli Studi di Padova).

L’inglese è la lingua più diffusa al mondo, e molti la vedono come una minaccia alla sopravvivenza di altre lingue. Ma l’altra faccia della medaglia è che proprio il suo status la rende anche la più esposta ad essere “vittima” di continui soprusi e aggressioni. In questo intervento, dal taglio divulgativo ma non per questo meno scientificamente fondato, si cercherà di delineare in breve la storia della lingua inglese e le ragioni che l’hanno portata ad occupare il posto che occupa oggi, capire quali sono i suoi rapporti con altri idiomi e inquadrarla, anche in termini numerici, a livello mondiale. Il tutto avverrà tramite la narrazione di curiosità e amenità volte a superare alcuni dei luoghi comuni che più spesso le vengono attribuiti.

L’evento sarà trasmesso in diretta sul canale YouTube Dante Rovigo.

https://www.youtube.com/channel/UCO495veK7ORFOtRtudyySng