Senza Parole, un percorso sul valore comunicativo della musica


la dante_circolo seminari linguaggi universali_locandina_2

Venerdì 27 aprile ore 17.30 Salone dei Concerti del Conservatorio F. Venezze
il Maestro Gerardo Felisatti:

Senza Parole, un percorso sul valore comunicativo della musica

Parlare del linguaggio della musica richiede, in ambito gnoseologico, uno studio approfondito e basato sulla fenomenologia del suono, sulla sua percezione; tale forma di linguaggio si riconosce attraverso una analisi delle modalità con cui i suoni diventano veicoli di espressione, una identificazione delle funzioni della musica all’interno di un determinato ambiente e contesto culturale, oltre che mediante considerazioni di base sulla prassi esecutiva.

Trattare la totalità di questi aspetti in un solo incontro non sarebbe materialmente possibile, occorre quindi dirigere il percorso di analisi verso una via più empirica ma altrettanto affascinante.

Un primo passo verso l’individuazione della tematica, parte dal concetto generale della musica come “linguaggio universale”; definizione che consegna a noi echi di radici antiche attraversando in maniera più o meno esplicita la storia del pensiero occidentale.

Trattandosi di un vero linguaggio, la musica ha in sé tutte le caratteristiche di una lingua, una struttura e grammatica, un ordine e logica definiti, condivisi e costantemente supportati. Esattamente come un linguaggio, la musica si è profondamente modificata nel corso degli anni, assolvendo a diverse funzioni, ruoli e acquisendo (o perdendo) valori.

Viene così proposto un percorso non tanto di carattere storico o musicologico, ma vivo e reale legato a tali aspetti. Non sarà possibile illustrare in modo esaustivo tutti gli esempi e le esperienze relative ai linguaggi musicali. Ma l’ausilio di ascolti, esempi pratici ed esecuzioni dal vivo, permetteranno di arrivare a comprendere maggiormente il valore comunicativo della musica.

Giornata della Dante: la recensione di Lauretta Vignaga


Photo Credits: Lauretta Vignaga

Photo Credits: Lauretta Vignaga

La Giornata della Dante conclude la splendida annata dell’associazione.

Un anno da incorniciare quello appena concluso dalla associazione Dante Alighieri, comitato di Rovigo. Grande soddisfazione per la presidente Mirella Rigobello, infaticabile ispiratrice e organizzatrice di eventi, apprezzati a livello regionale e dalla presidenza nazionale dell’associazione. Eventi realizzati in collaborazione con il Dipartimento di Canto e di nuove forme musicali del Conservatorio ‘Venezze’, di Rovigo, guidato da regista Francesco Esposito, con il vice direttore Fagnocchi e il direttore Soravia. Coinvolgenti ed emozionanti le drammatizzazioni dei canti della Divina Commedia tratti dall’Inferno, dal Purgatorio e dal Paradiso.

Determinanti per l’aggiornamento della conoscenza della lingua italiana di oggi, gli incontri, organizzati dalla Dante, con linguisti di fama, invitati a dare conto dei cambiamenti dell’idioma nazionale. Dalla semplificazione imposta dalle tecnologie digitali, di cui si servono soprattutto i giovani, che ha finito per contaminare la cronaca giornalistica generata via computer, all’ influenza della lingua inglese, fino allo stravolgimento della grammatica in nome della velocità di diffusione delle notizie, sia su mezzi di informazione cartacea che on line. Temi di approfondimento che hanno registrato l’interesse dell’Ordine dei giornalisti del Veneto per la loro attualità e sono diventati materia di un incontro di aggiornamento per gli iscritti.

Quindi, l’appuntamento conclusivo, del 30 maggio, con i riconoscimenti ai giovani che hanno partecipato al tradizionale concorso dedicato a Dante e al suo immortale poema. Nel salone dei concerti del Conservatorio, tra i soci della Dante, alcuni dirigenti scolastici, rappresentanti della stampa, studenti dell’istituto musicale, e il vicesindaco Ezio Conchi, a rappresentare il Comune, il maestro Giuseppe Fagnocchi ha riassunto il senso della ‘Giornata della Dante’ e le positive ricadute sul territorio generate dal collegamento tra le scuole e l’associazione. “Di nuovo viene premiata la cultura e le riflessioni dei giovani su un canto della Divina Commedia, fonte di emozioni e reazioni. Diverse le modalità scelte: dai bozzetti realizzati dagli studenti delle terze E ed F del Liceo artistico ‘C. Roccati’, a indirizzo grafico, esposti nell’entrata del ‘Venezze’, di cui quello prodotto da Veronica Travaglia, è diventato la locandina della ‘Giornata’, al video di Anna e Lara, della 3^ classe del Liceo delle Scienze umane, sul 13° canto dell’Inferno, incentrato sui suicidi. Poi i video di Enrico e Rose, dello stesso gruppo scolastico, sul canto 33 dell’ Inferno, “di cui è protagonista il conte Ugolino e il tradimento perpetrato a danno della patria e degli ospiti. Un viaggio molto significativo all’interno del male, come la scelta delle musiche che accompagnano i lavori” – ha continuato Fagnocchi”.

Photo Credits: Lauretta Vignaga

Photo Credits: Lauretta Vignaga

Video sono stati prodotti anche dagli altri partecipanti al concorso: le quarte D – F, dell’ IIS Viola Marchesini, sul canto XII e la figura del Minotauro, in parte bestia e in parte uomo, tra cui l’essere umano è chiamato a scegliere. E quello di Anna Canal, 3^ C del liceo ‘Paleocapa, sul canto V dell’Inferno, preceduto dalla lettura dell’intero canto da parte della studentessa.

Tutti i video sono stati inviati a Roma alla direzione nazionale della Dante per la valutazione di merito, A tutti i partecipanti un riconoscimento dalla Dante Alighieri per l’impegno e la profondità dell’analisi del pensiero del sommo poeta. Li hanno consegnati i titolari della ‘Veneta Massetti’, sponsor della ‘Giornata’ assieme a Irsap, rappresentata da Roberto Ronsisvalle.

In chiusura un piacevolissimo concerto per clavicembalo, offerto da Alessandro, Alberto e Cesare, assieme al maestro Fagnocchi.

Lauretta Vignaga

Articolo originariamente postato su Facebook dall’autrice

Relazioni, dibattiti e musiche intorno a Dante e alla Divina Commedia


A Rovigo la Giornata della Dante, promossa dalla Presidenza della Società Dante Alighieri in occasione della data convenzionale della nascita del Poeta e svolta contemporaneamente da tutti i suoi Comitati interni e esteri, sarà quest’anno ospitata presso il Conservatorio di Musica Francesco Venezze in considerazione della convenzione esistente tra l’istituzione musicale e il Comitato di Rovigo della Società Dante Alighieri e del sostanziale vincolo di forte collaborazione che nel corrente anno si è espresso nelle tre rappresentazioni sceniche di altrettanti canti della Commedia.

Altro elemento chiave che entrambe le istituzioni condividono è il più ampio e attivo coinvolgimento dei giovani per fare vibrare in loro la grande attualità di Dante il cui insegnamento davvero ecumenico non potrà mai perdere valore pur nel susseguirsi storico e geografico delle varie culture.

Pertanto la Giornata si articolerà in due distinti momenti, uno con inizio alle ore 11.00 e l’altro con inizio alle ore 17.00, entrambi nella cornice del Salone dei Concerti di Palazzo Venezze, Corso del Popolo 241, Rovigo, e rappresenterà anche l’occasione per premiare alcuni studenti rodigini che si sono distinti in due concorsi, uno video e l’altro di elaborazione grafica, dedicati a Dante e alla Commedia.

La sessione delle ore 11.00 sarà riservata ad alcune classi del Liceo Roccati-Celio, sarà incentrata su riflessioni condotte prevalentemente su alcuni Canti dell’Inferno, animate sia da docenti sia da studenti, e si chiuderà con una parte musicale curata da alcuni studenti del Conservatorio Venezze.

Il programma della sessione delle ore 17.00, introdotto da Mirella Rigobello, Presidente della Società Dante Alighieri, Comitato di Rovigo, si articolerà nei seguenti momenti:

  • presentazione dei bozzetti per la locandina della Giornata della Dante realizzati da alcuni classi del Liceo Artistico Celio-Roccati;
  • presentazione e proiezione di tre video dedicati all’Inferno, realizzati da alcune classi degli Istituti superiori della città di Rovigo (Liceo Roccati-Celio, Liceo Paleocapa e Istituto Viola Marchesini);
  • alcune riflessioni sul ruolo della musica nella Divina Commedia ed esecuzione del Concerto per quattro clavicembali di Johann Sebastian Bach, tratto da un concerto a quattro violini di Antonio Vivaldi, a cura di alcuni studenti del Conservatorio Venezze.

La cittadinanza è invitata a intervenire a questo secondo appuntamento a ingresso libero e gratuito.

LOCANDINA DANTE VERONICA TRAVAGLIA_DEFINITIVO bianco

Giornata della Dante 2016


logo la giornata della dante

In occasione della “Giornata della Dante” che, avrà luogo Lunedì 30 maggio alle ore 17,00 presso il Salone dei Concerti di Palazzo Venezze, sede istituzionale del Conservatorio, ci sarà la presentazione dei video sulla Commedia realizzati dagli studenti delle Scuole Superiori per il Premio di Cultura “Dante Alighieri 2016”, con un momento musicale curato dagli studenti del Venezze e una riflessione sulla ricchezza del linguaggio musicale nella Divina Commedia.

 

Contiamo sulla vostra partecipazione!