Quest’anno, particolarmente denso di avvenimenti geopolitici più e meno vicini a noi, ha reso ancora più importante soffermarsi a riflettere su quanto le lingue e la questione linguistica permeino situazioni generalmente inaspettate.  A partire da questa consapevolezza, la V edizione de “Le Lingue in Fiera”, un’iniziativa inserita nell’ambito delle manifestazioni del 540° Ottobre Rodigino, sarà dedicata alla discussione del tema “Le guerre alle porte dell’Europa: il ruolo delle lingue e delle culture nelle aree di conflitto dell’Ucraina e dell’Asia Occidentale”.

“Le Lingue in Fiera”, ideata e diretta da Matteo Santipolo (professore ordinario di Didattica delle lingue moderne presso l’Università di Padova), è organizzata dal Comitato di Rovigo della Società Dante Alighieri, con Mirella Rigobello come presidente, e dalla sezione di Rovigo dell’Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere (ANILS), presieduta da Benedetta Garofolin.

 

L’iniziativa gode del patrocinio dell’Assessorato alla cultura del Comune di Rovigo, del Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova, dell’Accademia dei Concordi, della Società Italiana di Didattica delle Lingue e Linguistica Educativa (DILLE) e del Language in Education Research Center (LinE). Hanno contribuito anche lo studio AZIMUT di Rovigo e la Clinica Odontoiatrica Biscaro Poggio di Adria.

 

In occasione di questa quinta edizione interverranno il Prof. Carlogiovanni Cereti (Università La Sapienza) e la Prof.ssa Viviana Nosilia (Università di Padova). Moderati da Matteo Santipolo, i due esperti rifletteranno sul ruolo delle lingue in situazioni di conflitto, mettendo in evidenza come i codici linguistici possano veicolare valori identitari e culturali.

 

L’incontro, gratuito e aperto a tutta la cittadinanza, si terrà sabato 29 ottobre 2022 dalle 17.00 alle 19.00 presso la Pescheria Nuova a Rovigo e sarà trasmesso in diretta sulla Pagina Facebook de La Dante Rovigo.

 

Per informazioni contattare: rovigo@anils.it o ladante.rovigo@gmail.com